uffizi

MAZZONICLIMA entra al museo degli Uffizi

 

MAZZONICLIMA ha presentato il suo ultimo capolavoro e per farlo ha scelto la Galleria d’arte per eccellenza, gli UFFIZI.

Personale

La squadra

Firenze non è una città facile per interventi simili. Strade strette e palazzi antichi hanno bisogno di delicatezza e ogni sbavatura può costare cara. È stato quindi indispensabile redigere una tabella di marcia in grado di coordinare al meglio le fasi di smontaggio e di installazione, con la logistica a terra. Non dimentichiamoci che una singola torre evaporativa, necessaria per il funzionamento dei gruppi frigo CARRIER,  pesa più di tre tonnellate, come indicato nell’articolo della rivista GT TERMOIDRAULICO.

uffiziLa grù necessaria per tutto questo pesa 200 tonnellate ed è servito quasi tutto il suo braccio telescopico di oltre settanta metri per la movimentazione delle torri evaporative.

La climatizzazione di ambienti come quello museale ha un importanza più cospicua che non quella di rendere più gradevole una visita turistica. L’importanza a cui facciamo riferimento è quella della conservazione delle opere d’arte. Senza sostituirci al restauratore, ce ne guardiamo bene, diamo una mano, una piccola mano che vuole contribuire al minimo, il fisiologico deterioramento dovuto dal tempo. Con ogni probabilità nessun turista o nessuno studioso penserà mai a noi, penserà mai a chi ha reso possibile la regolazione di temperatura e umidità dell’aria nella stanza in cui si trova. A quanto lavoro c’è dietro queste piccole cose e quani tecnici sono necessari, ma alla fine possiamo dire: “Ottimo lavoro!”

L’articolo di GT Termoidraulica in versione pdf

GT-Uffizi